consulenza-commercio-elettronicoQuanto costa il posizionamento sui motori di ricerca?

Nell’ultimo mese mi sono sentita rivolgere questa domanda di continuo, anche più volte al giorno.

Riceviamo tantissime richieste di consulenza e preventivo e, oltre ai tanti neo-imprenditori che vogliono avviare un sito di commercio elettronico, ci contattano anche moltissime Aziende che, finalmente, si rendono conto dell’importanza di avere una presenza seria e professionale su internet.

Il problema è che sbagliano approccio. Pensare che la “visibilità sui motori di ricerca” sia un qualcosa da comprare un tot al kg è un errore: vuol dire non aver chiaro cosa è un motore di ricerca, come funziona e a cosa serve.

Eppure le occasioni di formazione in tal senso sono tantissime! Ogni settimana c’è almeno un corso SEO (search engine optimization… questo famigerato “posizionamento”), più o meno valido in giro per l’Italia per chi ha la voglia e la possibilità di comprendere il mondo in cui si trova a operare, perché in fondo è di questo che parliamo quando parliamo di Google: di mercato e di concorrenza.

Per chi vive in zone più periferiche o non ha modo di spostarsi c’è addirittura la possibilità di cercare in rete dei Webinar: corsi on line, spesso serali, a volte anche gratuiti o quasi, su SEO e altre attività dai nomi strani (SEM, SMM, PR etc) utili a migliorare la propria presenza su internet.

Quindi cari imprenditori, prima di chiedere un preventivo, procuratevi gli strumenti per poter poi valutare le offerte che ricevete.

Sarebbe però sbagliato pensare che le responsabilità di questa situazione siano solo di imprenditori pigri. Molte delle colpe, non me ne vogliono tanti esimi colleghi responsabili commerciali di tante agenzie anche blasonate,  è dei così detti “professionisti”.

Io comprendo l’esigenza di “ampliare il proprio parco clienti”, ma non la condivido a prescindere.

Un po’ perché fa molto yuppies anni 80 (!) e un po’ perché in b2commerce cerchiamo di avere un approccio diverso: il “posizionamentoè solo una delle tante leve di marketing digitale che un Azienda ha a disposizione quando decide di investire su internet.

E allora chi l’ha detto che tutti indistintamente debbano necessariamente partire da quella? Perché non pensare ad un restyling del proprio sito aziendale? O puntare sull’email marketing? O ancora fare degli investimenti in advertising?

Le soluzioni preconfezionate non ci piacciono, perché non vanno mai bene per tutte le stagioni.

E a noi piace lavorare con Aziende che crescono con noi, che continueranno a sperimentare, misurare e pianificare per i prossimi 20 anni, consapevoli che essere in prima pagina per 1 mese non serve a nulla.

Quello che serve è avere una strategia, con degli obiettivi chiari e misurabili. Un obiettivo è tale quando è realistico e temporalmente inquadrabile, “voglio essere primo su Google tra 3 mesi per impianti di condizionamento” non è un obiettivo forse…

Quindi, riassumendo:

  • Non chiedete preventivi, ma date indicazioni sui vostri obiettivi: se avete davanti un buon consulente e non un “venditore”, uso volutamente il termine in senso dispregiativo, comprenderà e apprezzerà l’approccio
  • A meno che non abbiate già valutato tutte le leve di marketing possibile e ne abbiate selezionata una per qualche motivo, non chiedete solo una cosa, ma chiedete una strategia
  • Formatevi! La conoscenza è potere!

Se siete arrivati in fondo a questo post e avete voglia di conoscerci meglio, scrivete su info@b2commerce.it o contattateci qui.