Il mese scorso (Marzo 2011) è stato foriero di una nuovo capitolo della Guerra dei Browser (Browser War), un conflitto oramai in atto dal lontano 1995, anno di lancio del primo Internet Explorer da parte di Microsoft per combattere il dominio incontrastato del mai troppo compianto Netscape Navigator.

La lunga cronistoria del conflitto è ben raccontata dal solito wikipedia, e l’ultimo atto non ha fatto altro che infiammare come al solito forum di discussione di appassionati e “smanettoni”, blog più o meno seriosi e competenti e, non ultimi, i social network  – o forse sarebbe meglio dire IL social network per eccellenza: FaceBook – dove uno dei segreti per guadagnare molti commenti ad un proprio post, semmai servisse qualcosa, è lanciare un proclama sul proprio brower preferito (gli altri argomenti-chiave seguono la regola della discussione al bar del centro).

Ma cosa è successo il mese scorso? In un solo colpo è stato rilasciata una versione aggiornata del pargolo di casa google Chrome (che comunque non è ancora alla sua versione stabile e definitiva), il nuovissimo nato di casa Mozilla  Firefox 4 e, pochissimi giorni dopo quest’ultimo, è arrivato Internet Explorer 9 di Microsoft.Subito i vari siti dedicati alla tecnologia si sono popolati di grafici, statistiche, tabelle sul quale fosse il più veloce. E non solo il più veloce in generale – troppo facile – ma chi lo fosse ad aprirsi, a ricaricare una pagina, ad utilizzare java e javascript e via così in una ridda di curve e gradini e numeri sempre più difficili da interpretare che manco il test drive di un nuovo motore all’idrogeno poteva eguagliare.

Ma alla fine qual è il migliore (mi si chiderà)? Mah risposta ardua.
Dipende dai gusti personali, dalle attitudini e, perché no, dalla pigrizia.
Posso solo dire quello che, al momento, preferisce il sottoscritto: dopo anni di Firefox sono felicemente approdato a Chrome.

Il motivo? Ne parliamo una prossima volta 🙂