aula master

Sono appena trascorse le prime due giornate che hanno dato il via alla seconda edizione del Master in Store Manager di E-Commerce Academy!
Quest’anno location dell’evento è l’Hotel Embassy, a due passi dalla stazione ferroviaria Santa Maria Novella sempre a Firenze.

Di cosa abbiamo parlato nei primi due appuntamenti?
La prima giornata del Master è stata dedicata alla scelta della piattaforma: Roberto Fumarola ha fatto una panoramica su tutte le piattafome e-commerce esistenti, spiegando i pro e i contro di tutte, partendo dalla più utilizzata Magento a quelle ormai in lento declino come osCommerce e Zen Cart fino ad arrivare al perchè a volte è necessario optare per piattaforme custom.
Luca Cassia ha contribuito mostrandoci come stilare la lista dei requisiti per scegliere il motore per il proprio ecommerce. Passaggio importante che non tutti i merchant fanno.
Nel pomeriggio Giorgio Brojanigo ha fatto una carrellata sui vari modelli di e-commerce, dai più classici:

  • vendita a catalogo generalista (es. amazon)
  • vendita a catalogo specializzata (es. bulbs.com)
  • vendita a catalogo di negozi specializzati inseriti in mall (es. diapers.com con i vari soap.com, wag.com, etc)
  • vendite private (es. amazon buyvip)
  • vendite private generaliste con flash sales (es. privalia)
  • vendite private specializzate con flash sales (es. fab.com)
  • vendite private specializzate con flash sales e corner (es. mykidz.it)
  • e-renting (es. renttherunway.com)
  • vendita multicanale (es. decathlon)

..ai più innovativi:

  • vendita online e drive in (es. carrefour, esselunga)
  • e-commerce ditributivo: vendere senza sito con i market place (es. ebay)
  • e-commerce distribuito: vendere senza sito e senza market place
  • e-couponing
  • social couponing

Prima di terminare la giornata, Giorgio ci ha spiegato perchè è importante essere presenti sul mercato online con il proprio store, ci ha mostrato tutte le opportunità e tutti i vantaggi che potrebbe portarci un ecommerce.
E’ importante esserci per non perdersi opportunità di vendita e di crescita ma soprattutto perchè se non ci siamo noi ci sono comunque i nostri competitor!

I temi trattati nella seconda giornata sono stati l’email marketing e il CRM sempre con Giorgio Brojanigo e Roberto Fumarola.

La prima parte della giornata a farla da padrone è stato l’email marketing: come acquisire, mantenere e fidelizzare il cliente con questo strumento.
Quali sono gli obiettivi dell’email marketing?

  • lead generation
  • prospect generation
  • vendite
  • brand awareness

Giorgio Brojanigo ha analizzato tutti i punti spiegandoci per ciascuno il significato e mostrandoci tutte le diverse modalità per raggiungerli.
Successivamente ci ha parlato di come ottimizzare l’email marketing, passando dalla segmentazione degli utenti alla pianificazione dei contenuti fino ad arrivare alla definizione degli oggetti di DEM e newsletter.
Ci ha mostrato le varie piattaforme che offrono servizi di email marketing e infine abbiamo parlato di come misurare i dati di tutte le fonti per capire come stanno andando le nostre campagne.

Subito dopo la pausa pranzo si è svolto il workshop. Ciascun gruppo doveva progettare una campagna di email marketing per il proprio store online definendo frequenza, segmentazione, politica di acquisizione lead e contenuti.  E’ stato un momento di discussione e confronto molto piacevole dove tutti hanno potuto mostrare le proprie considerazioni, dubbi e curiosità.

L’ultimo argomento trattato nella seconda giornata è stato il CRM: customer relationship management ovvero come gestire il customer di un sito ecommerce perchè non tutti lo sanno ma acquisire un nuovo cliente costa 5 volte di più che mantenerne uno esistente.
Dove aver visto un pò di dati e statistiche siamo partiti subito con il capire cosa fa il servizio clienti e quali sono i canali di contatto con il cliente.
I clienti insoddisfatti sono come mine vaganti ed è appurato che sono più attivi di quelli soddisfatti: è più probabile che un cliente non soddisfatto dei prodotti acquistati o del serivizo si lamenti sul web, piuttosto che un cliente contento e appagato condivida la sua esperienza positiva.
Ultimamente poi da quando i social network iniziano ad essere utilizzati come customer care, gestire clienti insoddisfatti e scontenti è diventato ancora più complicato e la crisi scatenata attraverso i social può diventare davvero pericolosa, di pubblico dominio e in alcuni casi anche difficile da gestire (per fare un esempio il caso Patrizia Pepe).

Grande successo per le prime due giornate di master!
Vi ricordiamo che sono ancora aperte le iscrizioni per le singole giornate, qui tutte le info del Master.

Vi aspettiamo venerdì 19 aprile con la SEO per siti di E-Commerce e sabato 20 aprile con la SEM e il Remarketing.