Se non vi fosse bastato il video dedicato alla rilevanza dei Social Media per l’E-Commerce per capire se i social media siano un capriccio o meno, vi invitiamo a visionare altri due video, entrambi dedicati a darci un’idea, anche attraverso la pubblicazione di qualche numero, della crescita esponenziale dei social media e della loro integrazione nella vita di tutti i giorni di ognuno di noi: è pensabile non valutarne la portata con la massima attenzione per un’attività di e-business?

Entrambi i video, Social Media Revolution e Social Media Revolution 2 (Refresh) sono stati realizzati da Socialnomics, blog fondato da Erik Qualman, una delle più importanti risorse online dedicate ai social media, autore anche di Social Media ROI.

Qualche numero e considerazione ripresi proprio dall’articolo di Erk Qualman, giusto per farsi un’idea sulla portata del fenomeno dei social media:

  • Oltre il 50% della popolazione mondiale ha meno di 30 anni di età.
  • Il 96% di loro possiede un account su almeno un social network.
  • Negli Stati Uniti il traffico settimanale di Facebook è superiore a quello di Google.
  • I social media hanno superato il porno come l’attività prioritaria sul Web.
  • Lo scorso anno negli Stati Uniti 1 coppia su 8 si è conosciuta e sposata grazie ad un social media.
  • Gli anni per raggiungere 50 milioni di utenti: Radio (38 anni), TV (13 anni), Internet (4 anni), iPod (3 anni).
  • Facebook ha raggiunto la quota dei 200 milioni di utenti in meno di un anno.
  • Se Facebook fosse una nazione sarebbe la terza più grande del mondo davanti a Stati Uniti e solo dietro la Cina e l’India.
  • L’80% delle imprese utilizza i social media per le assunzioni; di queste il 95% utilizza LinkedIn.
  • Il segmento di utenza in più rapida crescita su Facebook è quello delle donne dai 55 ai 65 anni.
  • Ashton Kutcher e Ellen DeGeneres hanno più followers su Twitter delle popolazioni di Irlanda, Norvegia, o Panama sommate tra loro.
  • Il 50% del traffico Internet mobile nel Regno Unito è dovuto a Facebook: un popolo in continuo aggiornamento, sempre e ovunque… immaginate i riscontri che può avere una brutta esperienza di acquisto su un e-commerce…
  • Il secondo più grande motore di ricerca al mondo è YouTube (anch’esso di proprietà di Google…).
  • Mentre state leggendo queste parole, oltre 100 ore di video verrà caricato su YouTube.
  • Wikipedia ha più di 15 milioni di articoli… gli studi dimostrano che è più accurato dell’Enciclopedia Britannica e il 78% di questi articoli non sono in lingua inglese.
  • Sul web ci sono oltre 200 milioni Blog.
  • Se tu fossi pagato 1 Euro per ogni volta che un articolo è stato pubblicato su Wikipedia, guadagneresti 156,23 Euro all’ora.
  • Il 25% dei risultati di ricerca per i 20 brand più conoscitui a livello mondiale sono link a contenuti generati dagli utenti.
  • Il 34% dei blogger pubblica opinioni su prodotti e brand.
  • Il 78% dei consumatori si fida delle opinioni di amici e colleghi.
  • Solo il 14% ha fiducia nei suggerimenti pubblicitari.
  • Solo il 18% delle campagne pubblicitarie in TV genera un ROI positivo.
  • 24 delle 25 più grandi testate giornalistiche a livello mondiale stanno registrando un calo record della loro difusione.
  • Ogni giorno su Facebook ci sono 60 milioni gli aggiornamenti di stato.
  • Il ROI dei social media è che la tua azienda potrà ancora esistere tra 5 anni.

I Social Media non sono un capriccio: è un cambiamento fondamentale nel modo di comunicare: non ci sono scelte se utilizzare o meno i social media, ma solo sul come utilizzarli.