Girovagando per la rete sono approdato su ecommercers.net, un blog interessante di Adamo Crespiche, che sta facendo la sua esperienza nel mondo dell’e-commerce e che ha deciso di pubblicare anche una guida sui costi sommersi dell’e-commerce.

Noi ne abbiamo già parlato abbondantemente in altri post ed in particolare con “e-commerce anch’io“, la nostra guida pratica semiseria per chi è in fase di startup. In questo whitepaper liberamente scaricabile, c’è solo bisogno di una registrazione sul sito, vengono ripresi gli stessi concetti ed analizzati più nel dettaglio.

Se siete alle prese con la realizzazione di un business plan per l’apertura di un sito di commercio elettronico e volete scoprire quello che il foglio di excel nudo e crudo non vi dice, o che l’agenzia (o il programmatore) che vi sta realizzando il sito non vi ha anticipato, semplicemente perché esula dalla fornitura del sistema per la vendita on-line (mica per malafede!), allora questa è la lettura giusta per voi.

Giusto per ribadire che metter su un sito di commercio elettronico non è una cosa che si fa con pochi spiccioli e nel tempo libero. Certo, questo vale se si vuol fare uno shop degno di questo nome e che venda anche.