3d6ad1b05c6ab42bbbcf7d19ba25f537

Ottimizzare le conversioni, bè, il sogno di ogni e-commerce.
Quante volte vi sarà capitato di perdervi tra i mille tools e non saper scegliere quello giusto per voi. Vi presentiamo quindi le ultime novità arrivate nel mondo web dei tools che vi aiuteranno ad ottimizzare le vostre conversioni.

1) Google Analytics: Analisi
E’ il primo strumento che ogni azienda dovrebbe avere installato sul proprio sito. I vantaggi sono oggettivi, ci permette di fare analisi, incrociare i vari dati, e definire la propria strategia. Ci permette inoltre di identificare le canalizzazioni di conversione e di creare eventi e capire quali sono canali che convertono di più.

2) MailChimp: Newsletter
L’email marketing è ancora essenziale per il successo di qualsiasi sito web. MailChimp è una piattaforma gratuita studiata appositamente per creare e gestire newsletter professionali. Sul web esistono moltissimo servizi similari ma MailChimp è diverso dagli altri per la sua robustezza e per il suo numero di strumenti che mete a disposizione. A cominciare dalla gestione delle liste, per poi transitare per la creazione di template e per concludere con un servizio molto completo di statistiche di invio e ricezione riferite ai messaggi inviati.

3) AdWords di Google: Strumento SEM
Anche se la ricerca non può avere sempre i tassi di conversione più elevati, è ancora uno dei metodi più efficaci per l’acquisizione del traffico e di promozione delle vendite. Anche se si dovrà decidere quale sia il modo più efficace per promuovere il proprio business : attraverso la ricerca, la visualizzazione, o entrambi con una strategia di ricerca altamente focalizzata nel periodo natalizio, e’ un must per l’ e-commerce.

4) Topsy: Social media
Prendendo l’industria di sorpresa con un recente acquisto da parte di Apple per $ 200 milioni, Topsy ha solidificato il suo posto come uno dei principali attori di analisi sociale . La piattaforma offre la possibilità’ di individuare gli influencer, tendenze tra parole chiave specifiche , cercare tutti i tweed di un utente, cercare conversazioni tra utenti, cercare i link di un dato sito condivisi da un utente, cercare tweed di un utente su un argomento, cercare keyword alternative.

5) PickMonkey: Immagini
E’ un’applicazione che permette velocemente  di modificare  le foto. Se usi  Instagram saprai usare tranquillamente anche usare PickMonkey. Molte delle proprietà di PickMonkey sono gratuite, si puoi avere anche una versione premium  però a pagamento. Ridimensionamento, ritaglio,  bordi e cornici, effetti di ogni genere sono a  tua disposizione.

6) Bitly : Social Media
Consente di creare link accorciati e di monitorare l’engagement in tempo reale.  Ottimo strumento  per chi possiede un e-commerce  che permette di  condividere  contenuti  in tempo realesui social media. Con Bitly, puoi salvare tutti i tuoi link, visualizzare le statistiche, aggiungere note, aggiungere link a un pacchetto e vedere chi altro ha condiviso un Bitlink ai tuoi contenuti.  Si può inoltre  monitorare su quali  social network è stato condiviso il Bitlink, il numero di volte e le date in cui è stato cliccato e da quale  area geografica provengono i clic.

7) Info Active: Infografiche
Utilissimo strumento per creare infografiche personalizzate.

8) Responsinator: User Experiece
Consente di testare un sito web su vari dispositivi. È un ottimo modo per testare le capacità di risposta di un sito e sapere in che modo gli acquirenti visualizzano il negozio. Ogni sito può essere visualizzato su dispositivi iPhone, Android, iPad e Kindle con le impostazioni ritratto e panorama.

9) Crazy egg: Analisi
Strumento che aiuta i web designer a comprendere come gli utenti fanno clic sulla pagina e dove. Molti marchi internazionali come Etsy, Mostro, Yahoo !, eBay, Dell, Skype, e anche intel lo utilizzano per ottimizzare le prestazioni delle loro pagine web. L’obiettivo è analizzare dove i lettori concentrano la loro attenzione, su cosa si concentrano e cosa trascurano nel leggere e in questo modo mappare la pagina, comprenderne le zone calde e migliorare le conversioni del sito web

10) Semrush: Srumento SEO
Tool  che  permettere all’  utente di ‘spiare’ i dati dei siti competitor,  individuare le principali keyword per cui sono posizionati tra i risultati naturali e sponsorizzati. Offre inoltre  la possibilità di individuare i siti  dei principali siti competitor,  di effettuare l’analisi dei backlink del sito, di monitorare i  posizionamenti. Non è  tra i servizi più economici, ma è uno strumento di cui non puoi fare a meno se sei un  consulente o agenzia SEO che si rispetti.

E ora non vi resta altro che scegliere quello che fa al caso vostro!