Anche quest’anno siamo andati all’e-commerce forum ed anche quest’anno abbiamo abbiamo sfruttato l’occasione per incontrare amici, colleghi, clienti ed anche, perché no, qualche prospect.
Peccato non aver avuto tempo di fermarsi a parlar con tutti (Andrea Spedale e Tommaso Galli salutati solo al volo per esempio…), ma la giornata è stata piena e ricca di impegni.

La sessione mattutina di presentazione dell’osservatoro B2C è stata, come al solito, ricca di dati e conclusioni, anche se oramai il trend degli ultimi 3 anni è questo e c’è poco di nuovo sotto il sole (parlo per noi che sono anni che lavoriamo nell’ambiente, i contenuti sono sempre di primissimo livello). Certamente avere a disposizione queste ricerche ci aiuta a capire meglio gli aspetti macro e le tendenze e soprattutto avere un supporto in più quando se ne parla durante i corsi, le riunioni con i clienti e le (altre) conferenze.

E’ stata confermata la crescita per i prossimi anni del settore con percentuali rilevanti e soprattutto la crescita dell’utilizzo dei dispositivi mobile (smartphone e tablet) anche per le transazioni.
Insomma, la macchina oramai è lanciata, gli operatori commerciali stanno acquisendo fiducia e dimestichezza con il mezzo, anche se i grossi gruppi in Italia sono ancora lontanti dall’avere una presenza on-line ottimale.

Novità di quest’anno sono stati anche i workshop nelle sale più piccole anche la mattina. Segnialiamo i “soliti” problemi organizzativi relativi alla capienza delle sale più piccole che rendono impraticabili alcuni workshop (la sala rossa non si sa perché ha sempre la coda fuori e posti esauriti anche in piedi!).
Degli interventi che abbiamo seguito noi uno in particolare è stato molto stimolante (quello di Avail Intelligence), per il resto erano troppo incentrati sul prodotto ed i servizi offerti e gli spunti interessanti erano pochi. In gergo tecnico… erano spot degli sponsor. Magari sono stati interessanti anche per alcune persone, ma i titoli degli interventi spesso ingannavano da questo punto di vista.

Molto interessanti gli interventi delle varie società che si occupano di e-mail marketing con tante info interessanti sulle pratiche più efficaci.

Conclusioni.
Come già detto precedentemente è stato un evento interessante per i dati forniti a supporto del mercato e per l’occasione di incontrare amici e colleghi.
Manca un po’ la possibilità di fare “networking” spinto, ma non è questo lo scopo del convegno, magari in un’altra situazione una formula più peer-to-peer alla barcamp solo per l’e-commerce potrebbe aiutare.

Attendiamo il rilascio del report completo ed intanto vi invitiamo a guardare i video di alcune delle sessioni (spero arrivino anche quelle dei workshop delle sale piccole) e le presentazioni che vengono messi via via on-line sul sito.