ipad revolutionDa quando seguo le nuove tecnologie (praticamente da quando ho messo le mani su un Vic 20… mamma quanto tempo)  ho visto passare diversi treni promossi all’inverosimile come le tecnologie che avrebbero cambiato il modo di vivere delle persone, spariti poi alla prima galleria.
La cosa strana è che anche dopo anni, arrivavano altri dispositivi che promettevano le stesse cose, con relativo adeguamento della tecnologia e ci siam trovati tra le mani dei clamorosi successi commerciali.

Gli esempi sono tanti, per citarne solo alcuni.
Il Commodore Amiga CD 32. Un FLOP colossale lanciato nel 1993.
Circa un anno dopo con la stessa impostazione, più o meno, arrivò sul mercato la Playstation di Sony. Un successo clamoroso.

Internet sui telefoni, il WAP. Finalmente una connessione in mobilità, il boom del mobile commerce, della consultazione di contenuti e servizi da un telefono. In Italia arrivò nel 1999. Al solo ricordo sento, più che il fragore del successo, l’eco del tonfo.
Anno 2007, Apple presenta iPhone, Internet sul telefonino, ovunque, contenuti sempre raggiungibili. Un boom clamoroso e tutti a rincorrere il treno partito.

Anno 2002 (circa), primi Tablet PC, non proprio un successo commerciale.
Anno 2010, Apple presenta iPad… non aggiungo altro. 🙂

Ora, tra tutti i vari trend visti, aspetto solo la riscossa di Internet tramite la TV, ed in parte già ci stiamo arrivando, vedendo le pubblicità dei nuovi apparati della Sony che non a caso si fregiano del marchio Internet TV.

Dove voglio andare a parare? E soprattutto, cosa c’entra con l’e-commerce?
Oramai un apparato che ha un accesso ad Internet è virtualmente un sistema in grado di far concludere una transazione ad un utente.
Sempre più utenti utilizzano Internet sul proprio telefonino senza esser coscienti che ci si sta collegando, questo per via delle connessioni always up disponibili anche su reti mobile.
Stesso discorso vale anche per un dispositivo come può essere un e-book reader più o meno evoluto o un tablet (o Pad) di nuova generazione, connesso via Wi-Fi in casa, in ufficio o in altri luoghi.
Verrà il momento (e non credo ci vorrà tanto) che anche dal frigo potrò concludere una transazione, per esempio per acquistare alcuni articoli in via di esaurimento in casa. 😀

Internet è pervasiva, è ovunque e spesso la usiamo senza esserne neanche coscienti.
Le nuove generazioni si muovo in questo ecosistema digitale con una disinvoltura impressionante e proprio a questo proposito vorrei riproporvi un video pubblicato dal Tagliaerbe sul suo magifico blog, dove ci sono le sue bambine alle prese con un iPad appena scartato.

E’ questo quello che ci aspetta in futuro, poter manipolare le informazioni dove e quando ne abbiam bisogno, dobbiamo quindi evolverci anche per quato riguarda le interfacce che possano permettere agli utenti di entrare in contatto con prodotti acquistabili in maniera semplice e veloce.
Del resto se la fame vien mangiando, di appetiti da saziare ne avremo un bel po’ nel futuro prossimo venturo! 😉

Vi lascio al video. Grazie Davide per la concessione.