L’esigenza di affiancare al negozio fisico la vendita online è un’esigenza che cresce sempre di più soprattutto nell’ottica di ampliare il proprio orizzonte di vendita internazionale. La presenza online permette l’apertura del negozio 24 ore su 24 7 giorni su 7 permettendo così al negozio di aumentare la propria visibilità e anche le possibilità di vendita. Detto così sembra tutto bellissimo, una opportunità imperdibile ma non sempre è tutto oro quello che luccica. Ci sono infatti degli elementi da considerare prima di intraprendere questa nuova avventura per evitare di fare investimenti sbagliati e sprecare il proprio budget.

Cose da non fare?

  • Vendere online costa meno di un negozio fisico, non ho l’affitto da pagare, non ho dipendenti, non ho costi

  • Per vendere online basta aprire un sito internet

  • Aprire molteplici canali social, vendere su più marketplace senza prima aver fatto una strategia

Cosa considerare?

  • Aprire un negozio online implica una serie di costi da sostenere che vanno debitamente valutati attraverso la realizzazione di un business plan
  • Per vendere online non è sufficiente aprire un sito internet, è necessario attivare una serie di attività volte a promuovere i propri prodotti e farsi conoscere dagli utenti
  • La vendita online prevede tempistiche diverse dall’offline sia in termini di promozioni sia in termini di gestione delle scorte. La vendita online richiede un una profondità e ampiezza di gamma superiore rispetto a quella del negozio fisico

Soluzione!

Per valutare la reale opportunità di vendere online sarà quindi necessario fare come prima cosa un business plan così da capire la sostenibilità e i tempi del rientro dell’investimento. Una volta definita la sostenibilità si procede con la realizzazione della strategia digitale volta a promuovere le vendite valutando gli strumenti e i canali più idonei per raggiungere gli obiettivi prefissati in relazione al budget definito.